La mente ozia?

E la nostra mente può oziare? Contrariamente a quello che si possa immaginare, la mente “ozia” quando è impegnata in attività intellettualmente stimolanti e gradevoli.

Il lassismo può essere piacevole per pochi istanti ma poi la mente reclama il suo nutrimento che può consistere nella lettura, nell’ascolto della musica, in una passeggiata o nello stare con le persone giuste. Trascorrere infatti interi pomeriggi a guardare la tv o a restare attaccati al computer e al cellulare, per quanto possano apparire attività rilassanti, a lungo andare svuotano la nostra psiche.

Ecco perché, per quanto non sia giusto demonizzare tali attività, è giusto regolamentarle. A tal proposito appare inevitabile la domanda sul quando oziare. A dire il vero non c’è un momento particolare o specifico. Qualsiasi orario o giorno va bene: si può oziare al mattino leggendo un libro al mare o nel pomeriggio ascoltando il nostro cantante preferito sul divano di casa. Anche mangiare un gelato può essere visto come attività oziante e rigenerante. Inoltre non c’è una stagione specifica dell’“otium”.

Ogniqualvolta si senta la necessità di rinascere, bisogna essere disposti a lasciare da parte, se pur temporaneamente, i propri compiti.

Le conseguenze di questa rigenerazione della mente e del corpo influenzeranno il corso della giornata ed il nostro vivere quotidiano.

Per ulteriori informazioni e curiosità:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ozio

https://www.efficacemente.com/2014/06/ozio/

https://www.riflessioni.it/dizionario-saggezza/ozio.htm

Maria Domenica Depalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...